Author: Associazione Wonder

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Sabato 5 Ottobre 2019 ore 17:00   Descrizione L'EUR nasce nel 1935 da un'idea del governatore di Roma Giuseppe Bottai, il quale propose a Mussolini la candidatura di Roma per l'Esposizione Universale. L'intento era quello di mostrare al mondo il genio della Civiltà italica. L'idea venne accolta con grande entusiasmo da Benito Mussolini, che  per realizzarla fece istituire nel 1936 l'Ente Autonomo Esposizione Universale di Roma. L'Eur doveva essere una nuova Roma che si collegava alla vecchia Roma, quella antica. La parte esecutiva del programma iniziò il 26 aprile 1937. Prevalse fra tutti l'orientamento di Marcello Piacentini che divenne coordinatore tecnico dell'intera opera coadiuvato dai migliori architetti dell'epoca: Pagano, Piccinato, Vietti, Libera, Minnucci, Guerrini, La Padula, Romano e Moretti. Fu così che l'Eur negli anni Trenta divenne un laboratorio creativo in cui si concentrò l'opera di geniali architetti, nel...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Domenica 29 Settembre 2019 ore 11:30   Descrizione La veste più “sfacciata” della città, la meno nascosta e la più sfolgorante. Non è possibile camminare per il centro di Roma senza imbattersi in uno dei capolavori dell’arte barocca: per capirlo meglio andremo insieme ad analizzare alcuni capolavori unici di questo stile architettonico. Iniziando da Piazza Barberini con uno dei più grandi rappresentanti di questo stile architettonico: Bernini con la fontana del tritone e la fontana delle Api. Passando poi per piazza Trevi con la più scenografica delle  fontane di Roma ed arrivando a piazza di Spagna, che fu il centro della Roma romantica e oggi lo è della Roma degli artisti. Concludiamo in nostro percorso insieme con Piazza Navona e la splendida Fontana dei Fiumi di Bernini la piazza più caratteristica e spettacolare della Roma Barocca. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left"...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Sabato 28 Settembre 2019 ore 11:00   Descrizione PRENOTAZIONI ENTRO E NON OLTRE MERCOLEDI' 18 SETTEMBRE 2019 (indicando nome, cognome, luogo e data di nascita) Palazzo Chigi, sede del Governo italiano dal 1961, si trova in un punto del centro storico di Roma tra i più conosciuti: lungo via del Corso, quasi a metà strada tra Piazza del Popolo e Piazza Venezia. La storia architettonica di Palazzo Chigi attraversa più di tre secoli nel corso dei quali si sono succeduti diversi progetti e continui adattamenti alle sempre nuove esigenze del Palazzo. Quello che sarà il futuro Palazzo Chigi, all'atto dell'acquisto da parte degli Aldobrandini (1578) è un gruppo di casupole appartenenti a varie famiglie che vengono riedificate dopo essere state abbattute. A partire dal 1578 si comincia a costruire il volto di Palazzo Chigi che segue e accompagna lo sviluppo dell'intera zona. Le fasi più...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Domenica 22 Settembre 2019 ore 17:00   Descrizione Un percorso per scoprire il Rione Esquilino, uno dei rioni più affollati e multietnici di Roma, dove siamo passati milioni di volte senza renderci conto di cosa ci circonda tra quelle vie. Qui basta alzare lo sguardo e aguzzare la vista per trovare meravigliose testimonianze del glorioso impero romano. A partire dalla Porta San Lorenzo percorreremo le mura Aureliane incontrando il monumentale Tempio di Minerva Medica, incastonato tra i binari e gli edifici della Stazione Termini. La passeggiata proseguirà poi tra le vie dell'Esquilino verso Piazza di Porta Maggiore per scoprire insieme questo luogo di congestione del traffico romano che nasconde invece un antico crocevia di ben otto diversi acquedotti e che diventerà poi una delle porte di accesso alla città. La visita terminerà infine con l'anfiteatro castrense, fatto erigere dall'imperatore Eliogabalo...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Domenica 15 Settembre 2019 ore 17:00   Descrizione La basilica di Santa Maria in Aracoeli fu costruita sulle rovine del Tempio di Giunone Moneta, che sorgeva sull'Arx, uno dei due gioghi del colle più importante della città: il Campidoglio. Abitato sin dall’antichità, il colle aveva due cime: l’Arx, su cui sorgeva il tempio della dea Giunone, e su cui si installò poi la basilica dell’Aracoeli, e il Capitolium, che invece ospitava il tempio di Giove e in seguito il palazzo del Comune di Roma, meglio noto nel Medioevo come palazzo Senatorio. La prima costruzione della basilica risale al VI secolo, quando vi si svolgevano funzioni secondo il rito greco e attorno alla prima chiesa si addensarono costruzioni. Nella parte superiore si sviluppò in un monastero, mentre sulle pendici del colle nasceva un mercato e poi un piccolo quartiere. Nei decenni della contesa...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Domenica 23 Giugno 2019 ore 18:00   Descrizione Nella stupenda cornice del Parco di Tor Fiscale, parte del Parco dell'Appia Antica, scopriremo questo luogo e la storia che lo caratterizza. Luogo suggestivo grazie alla presenza di imponenti resti del sistema di acquedotti che rese celebre la città di Roma. Qui ci sono testimonianze di ben 6 degli 11 acquedotti della città antica, ai quali si aggiunge l'acquedotto Felice, di epoca rinascimentale. Per festeggiare insieme questa prima stagione passata insieme abbiamo pensato di organizzare una visita speciale per voi soci che ci avete seguito in questo anno! Una domenica all'insegna della cultura ma anche dello svago, per passare piacevolmente del tempo insieme, per adulti e bambini. Per concludere nel migliore dei modi questa giornata abbiamo organizzato per voi un aperitivo presso il Casale Ristoro del Fiscale, immerso in questo luogo meraviglioso. Vi aspettiamo numerosi,...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Sabato 15 Giugno 2019 ore 11:15   Descrizione con APERTURA RISERVATA Il giardino di Ninfa è un monumento della Repubblica Italiana situato nel territorio del comune di Cisterna di Latina. Si tratta di un tipico giardino all'inglese che si estende per circa 8 ettari nell'area della scomparsa cittadina medioevale di Ninfa, di cui oggi rimangono soltanto diversi ruderi, alcuni dei quali restaurati durante la creazione del giardino. La storia di questo meraviglioso giardino inizia nel XVI secolo quando il cardinale Nicolò III Caetani diede ordine all'architetto Francesco Capriani di costruire un giardino nell'area di Ninfa, costituito inizialmente solo da due strade ad angolo retto. Ninfa, più volte distrutta e ricostruita, fu contesa per anni fra la famiglia Borgia ed i Caetani. Solo alla fine dell'Ottocento questi ultimi tornarono in possesso dei territori della zona e Galasio Caetani nel 1921 bonificò i terreni e restaurò alcuni...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Sabato 15 Giugno 2019 ore 11:00   Descrizione Palazzo Spada fu originalmente costruito nel 1540 per il cardinale Girolamo Recanati Capodiferro (1501–1559). L’architetto fu Bartolomeo Baronino, da Casale Monferrato, e Giulio Mazzoni, con una squadra creò i sontuosi stucchi sia dell’interno che degli esterni. Il palazzo fu comprato dal cardinale Bernardino Spada nel 1632, che incaricò Francesco Borromini di modificarlo secondo i nuovi gusti. Borromini creò tra l’altro il capolavoro di trompe-l’oeil della falsa prospettiva, nell’androne dell’accesso al cortile, in cui la sequenza di colonne di altezza decrescente ed il pavimento che si alza, generano l’illusione ottica di una galleria lunga 37 metri (mentre è di 8) con una scultura, in un giardino in fondo illuminata dal sole, che sembra a grandezza naturale mentre in realtà è alta solo 60 centimetri. Palazzo Spada è stato acquistato, con tutti gli arredi e...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Lunedì 10 Giugno 2019 ore 15:30   Descrizione Scopri con noi Palazzo Pamphilj, in una nuova entusiasmante visita che vi condurrà nel cuore di Piazza Navona. Voluto da Giovanni Battista Pamphilj, che nel 1644 era divenuto Papa con il nome di Innocenzo X (1644-1655). Il palazzo fu edificato su progetto di Girolamo Rinaldi (1570-1655), la sua costruzione procedette di pari passo con la sistemazione di piazza Navona e l’innalzamento della chiesa di S. Agnese. Nel ‘700 i Pamphilj si estinsero nei Doria e dopo alterne vicende che videro il Palazzo trasformato anche in pensionato, nel 1920 passò allo Stato Brasiliano che nel 1960 lo acquistò e vi collocò la propria Ambasciata. Il grandioso Palazzo presenta all’interno sale affrescate da diversi artisti del XVII sec. come Pietro da Cortona, Agostino Tassi, Giacinto Brandi ed altri. Particolare rilievo hanno il Salone Palestrina, utilizzato per feste e concerti, e...

[vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_empty_space][/vc_column][/vc_row][vc_row css_animation="" row_type="row" use_row_as_full_screen_section="no" type="full_width" angled_section="no" text_align="left" background_image_as_pattern="without_pattern"][vc_column][vc_column_text] Data: Sabato 8 Giugno 2019 ore 16:00   Descrizione Un percorso alla scoperta dell’opera stupefacente di padre Andrea Pozzo, attraverso la visione di alcune delle sue più importanti opere presenti nella chiesa di Sant’Ignazio di Loyola e nella casa professa dei gesuiti, sita accanto alla chiesa del Gesù. Andrea Pozzo è conosciuto soprattutto per la finta cupola della chiesa di Sant’Ignazio, ma ben pochi sanno che il frate pittore, realizzò un’opera ancor più stupefacente: gli affreschi del corridoio che introduce alle quattro stanzette della Casa professa dei gesuiti, a fianco della chiesa del Gesù, dove Ignazio di Loyola visse negli ultimi anni e dove morì nel 1556. Le camere di sant’Ignazio sono precedute infatti da un corridoio con decorazione prospettica di Andrea Pozzo e affreschi del Borgognone. La genialità creativa di Pozzo consiste proprio nell’essere riuscito a trasformare un semplice luogo di passaggio...